Storia

Diverse sono le leggende sulla nascita di questa tradizione.

Una leggenda narra che…

Una di queste narra che, tanti anni fa, nei periodi di carestia, i ragazzi dei villaggi di montagna si travestivano usando pelli e corna di animali. Resi, così, irriconoscibili, terrorizzavano gli abitanti dei villaggi vicini, derubandoli delle provviste necessarie per l’inverno.

In breve i ragazzi si accorsero, però, che tra loro c’era un impostore: era il diavolo vero, in carne e ossa, che approfittando del suo volto terrificante, si era introdotto nel gruppo rimanendo riconoscibile solo dai piedi a forma di zoccolo di capra.

Venne allora chiamato il vescovo Nicola…

Venne, allora, chiamato un vescovo, Nicola, per esorcizzare la terribile presenza.

Da allora, sconfitto il demonio, ogni anno i ragazzi mascherati da diavolo, continuarono a recarsi nei villaggi vicini, non più a depredare ma a portare doni, accompagnati dalla figura del vescovo che aveva sconfitto il male.
Nasceva, così, la tradizione della festa di S.Nicolò e i Krampus.

- 1 2 3 -

Powered by AlterVista